Descrizione Progetto

Premio Energia Rinnovabile e Ambiente

2019

Classe 1989, seconda di quattro fratelli, Marina cresce sul Lago d’Iseo in sella ad una bici. I genitori le ripetono, lungimiranti, “la scuola prima di tutto” e lei li prende in parola: i voti alti le servono solo per potersi allenare serenamente. La dedizione viene ripagata ampiamente, negli anni, con quattro tricolori e presenza fissa nella squadra Nazionale. Finito il Liceo Scientifico, all’apice della sua carriera atletica e con un contratto professionistico tra le mani, Marina decide di abbandonare il ciclismo e segue il suo unico altro amore: la scienza. Si trasferisce a Milano, iscrivendosi a Scienze dei Materiali presso Università di Milano Bicocca. Cinque anni dopo si laurea prima del suo corso, con una tesi svolta sotto la guida del Prof. Francesco Meinardi. È qui che incontra il Prof. Sergio Brovelli (allora ancora ricercatore, appena rientrato in Italia), ed assiste alla chiacchierata tra i due, che porterà, pochi mesi dopo, al primo studio rivoluzionario sui concentratori solari luminescenti, da cui poi scaturirà Glass To Power. Le strade di Marina e dei due professori si separano per qualche anno: Marina conseguirà, con lode, il Dottorato di Ricerca in Fisica nei laboratori del Center for NanoScience and Technology dell’Istituto Italiano di Tecnologia al Politecnico di Milano, sotto la supervisione della Dr.ssa Annamaria Petrozza. Il suo progetto di ricerca si focalizza sullo studio della manipolazione di un nuovissimo materiale per soluzioni fotovoltaiche a basso costo, studio che le vale diverse pubblicazioni su riviste internazionali di rilievo. La passione per la ricerca applicata è ormai incontestabile: quando i due professori la contattano per entrare a far parte di Glass To Power all’inizio del 2018, Marina non esita un istante. In Glass To Power può sfruttare le conoscenze acquisite nell’ambito del fotovoltaico, ed è oggi responsabile dello sviluppo e dell’ottimizzazione della tecnologia di Glass To Power che converte luce in energia elettrica.

Born in 1989, the second of four brothers, Marina grew up on a bike. Her parents, farsighted, constantly reminded her that “school comes first”, and she took advantage of it: high marks in exchange for complete freedom in training hours. Her dedication was repaid by many achievements, both as Italian Champion and with her constant presence in the National team. She abandoned professional cycling and moved to Milano to study Materials Science at the University of Milano Bicocca. She graduated five years later first of her class, with a thesis supervised by Prof. Francesco Meinardi. Here she met Prof. Sergio Brovelli, and she attended the two professors very first conversation about Luminescent Solar Concentration, that would lead to their first revolutionary study in the field, and later on, to Glass To Power. Four years after Marina received her Ph.D. cum laude in Physics at the Politecnico di Milano, working at the Center for NanoScience and the Technology of the Istituto Italiano di Tecnologia, supervised by Dr. Annamaria Petrozza. Her Ph.D. research project focused on the manipulation of a novel material for low-cost solution-processable photovoltaic technology, publishing in relevant international scientific journals. Her undeniable passion for applied research thrived when she joined Glass To Power Research and Development team in 2018. Profiting on the acquired knowledge on photovoltaics, she is now responsible of the development and optimization of the technology that converts light into electricity of Glass To Power products.