Novella Calligaris

2024

Nata a Padova ma di origini triestine, Novella Calligaris ha seguito in piscina il fratello Mauro e, all’età di 13 anni e mezzo, era già in Nazionale Azzurra dopo aver vinto il suo primo titolo italiano.

Prima italiana a vincere una medaglia Olimpica nel nuoto, Novella Calligaris, dopo aver partecipato alle Olimpiadi del 1968 a Città del Messico, ha stabilito il record europeo negli 800 metri stile libero (9:38.0) nel 1969, poi ha conquistato una medaglia di bronzo ai Campionati europei del 1970.

Nel 1971, ha confermato il record continentale tre volte sulla stessa distanza, migliorando i suoi tempi nei 400 metri e 1500 metri stile libero.

Ai Giochi Olimpici di Monaco 1972, Novella Calligaris ha vinto la medaglia d’argento dietro la stella australiana Shane Gould, e stabilito il record europeo di 4:22.44 nei 400 stile libero. Il giorno successivo ha gareggiato nella 400 IM, battendo il record nazionale nelle manche e stabilendo un altro record europeo per il bronzo. Nella finale degli 800 freestyle, conquista la medaglia di bronzo, con un altro record europeo di 8:57.46.

Nella prima edizione dei Campionati del Mondo FINA a Belgrado nel 1973, Novella Calligaris ha raggiunto l’apice della sua carriera di nuotatrice, vincendo l’800 freestyle in 8:52.97 e migliorando il record mondiale di 0,7 secondi. Calligaris ha anche vinto bronzi nei 400 stile libero e 400 IM.

Nel 1974 a Vienna (Vienna) concluse la sua carriera agonistica a 20 anni non ancora compiuti, con un argento negli 800 stile libero e un bronzo nei 400 stile libero.

Al termine della carriera sportiva, nel 1975, Novella Calligaris inizia a lavorare con i più importanti quotidiani italiani tra cui il Corriere della Sera. Dall 1976 collabora con la RAI, come giornalista; in particolare per RaiNews24 si occupa tutt’ora di importanti eventi sportivi e di varie sezioni, dalla politica alla cultura, allo sport. Negli anni ’90, Novella Calligaris ha intrapreso una carriera nella comunicazione integrata e nel marketing internazionale per grandi aziende italiane e straniere.

Nel 1986 è entrata nella International Swimming Hall of Fame. Il 26 febbraio 2006 è stata portabandiera olimpica alla cerimonia di chiusura dei Giochi Olimpici Invernali di Torino 2006. Una targa è stata dedicata in suo onore alla Walk of Fame dello Sport Italiano a Roma nel Maggio 2015, riservata agli atleti italiani che si sono distinti nel panorama internazionale, e nel 2019 le è stato assegnato il Collare d’Oro per meriti sportivi.

Il 13 marzo 2021 Calligaris viene eletto presidente dell’Associazione Azzurri olimpici d’Italia (ANAOAI), prima donna nella storia dell’associazione. Dal 2023 Novella Calligaris è responsabile come quinto membro effettivo della commissione del Safeguarding Officer FGI.

Born in Padova but of Trieste origin, Novella Calligaris followed her brother Mauro into the pool and at the age of 13½ years, she was already on the national team after winning her first Italian title.

A distance freestyler, Calligaris was the first Italian to win a swimming Olympic medal. After competing at the 1968 Olympic Games in Mexico City, she set the European record in the 800 metre freestyle (9:38.0) in 1969, then went on to capture a bronze medal at the 1970 European Championships.

At the 1972 Olympic Games in München, Calligaris won the silver behind the Australian star Shane Gould, and set a European record of 4:22.44 in the 400 freestyle. The next day she competed in the 400 IM, breaking the national record in the heats and setting another European record for the bronze. In the

800 freestyle final, Calligaris had a commanding lead only to be beaten by American Keena Rothhammer and Gould, but won the bronze medal with another European record of 8:57.46.

In the first edition of the FINA World Championships at Belgrade in 1973, and despite a toothache, Calligaris reached the pinnacle of her swimming career, winning the 800 freestyle in 8:52.97 which bettered the world record by 0.7 seconds. Calligaris also won bronzes in the 400 free and 400 IM.

In 1974 in Wien (Vienna) she ended her competitive swimming career at just 20 years of age with a silver in the 800 free and a bronze in 400 free. Her palmarès include 76 Italian titles and 21 European records.

After her sports career, in 1975 Calligaris started working with the most important Italian newspapers including Corriere della Sera. In 1976 she worked with RAI, Italy’s public television, as a journalist; notably she covered major sporting events and various sections of culture and sports policy with RaiNews24. In the 1990’s, Calligaris embarked on a career in integrated communications and international marketing for large Italian and foreign companies.

In 1986, Calligaris entered the International Swimming Hall of Fame. On 26 February 2006, she was an Olympic flag bearer at the Closing Ceremony of the 2006 Olympic Winter Games in Torino. A plaque was dedicated in her honour at the Walk of Fame of Italian Sport in Roma in May 2015, reserved for Italian athletes who have distinguished themselves in the international arena, and in 2019 she was awarded the Collare d’Oro for sporting merit.

On 13 March 2021 Calligaris was elected president of the Associazione Azzurri olimpici d’Italia (Italian Olympic Azzurri Association), the first female president in its history. From 2023 Novella Calligaris is in charge as the fifth effective member of the commission of the Safeguarding Officer FGI.